Dario Ghelfi

Le mini recensioni

(ghelfi@cheapnet.it)

 

MINIRECENSIONI

 

         Introduciamo una nuova differenziazione nell’ambito della nostra attività di recensione dei testi letterari: la minirecensione.

         Il termine, di per sé, appare riduttivo, a confronto con quello di “recensioni” “tout court” e di quelle “multimediali” (nelle quali al testo si accompagna una documentazione che usufruire anche dell’immagine in movimento, spezzoni di film e/o di documentari).

         In realtà la minirecensione non  è niente di tutto ciò, nel senso che in queste  pagine intendiamo ospitare autori della stessa levatura di quelli che compaiono nelle altre due categorie; di fatto, spesso saranno gli stessi. La differenza consiste non tanto nel fatto che qui le recensioni possono apparire più contenute, quanto per l’attenzione che si dedica a pochi aspetti (semantici o contenutistici), o a un solo, dell’opera che si è andata analizzando, rimandando ad altre storie ed ad altre recensioni di libri quell’autore per una disamina più esaustiva delle sue modalità di scrittura. Si tenga, poi, presente che nella loro quasi assoluta maggioranza nelle minirecensioni appaiono personaggi “seriali”, che sono stati oggetto (anche più volte) delle “recensioni” (senza prefisso o con l’aggettivazione).

         Un esempio valga per tutti.

Siamo lettori appassionati di Andrea Camilleri, tra i primi “protagonisti” di quel “tam-tam” che lanciò lo scrittore anni or sono. Abbiamo recensito parecchie opere della serie di Montalbano ed abbiamo segnalato, più di una volta, l’evoluzione del personaggio. Nella minirecensione, conseguentemente, possiamo limitare la nostra riflessione a certi aspetti di quell’evoluzione o a specificità del linguaggio di Camilleri, rimandando ad altre occasioni analisi più dettagliate.

Lo sparuto gruppo dei “nostri” lettori avrà presto occasione di sperimentare questa nuova modalità di recensire, perché, ancora una volta, ci occuperemo di Camilleri e del suo più famoso personaggio.

 

sommario

 

7 dicembre 2008 L'età del dubbio

15 settembre 2008 Quando il rosso è nero

 

 

ritorna all'indice Ghelfi