20dicembre2004

Dario Ghelfi

 

SELVAGGI AMORI

 

 

     Di Calixthe  Beyala, scrittrice camerunense che vive a Parigi, è uscito in Italia, Selvaggi amori, presso i tipi delle Edizioni e/o.

 

 

 Non è un libro facile, per l’affollarsi dei persoaggi, per l’intrecciarsi di una quotidianeità picaresca, per il caleidoscopio degli accadimenti; il tutto reso per il tramite di un linguaggio, coloritissimo e variopinto, in linea con le storie che ci presenta e con la tradizione letteraria moderna africana, che abbiamo conosciuto con Ahmadou Kourouma, il celebre romaziere recentemente scomparso. Ma se con Kourouma erano messi in scena, pur decantati dalle iperboli e dalle metafore, i grandi drammi dell’Africa (le guerre, i genocidi, i bambini-soldato), qui, con Beyala, la scena è tenuta da un composito mondo di immigrati africani, coinvolto in situazioni spesso tragicomiche, sullo sfondo del più  noto quartiere interetnico di Pargi, Belleville.

 

La protagonista assoluta della storia è Eve-Marie, una camerunense dalle grandi chiappe (motivo di orgoglio e oggetto di folli passioni), che lascia il locale dove lavora (con tranquilla serenità, al servizio di un accondiscendente proprietario, detto Trenta per Cento, dalla percentuale che si trattiene sulle prestazioni delle donne), per accettare la proposta di nozze di un improbabile poeta parigino.

 

E’ anche una storia di violenza e crudeltà (c’è un omicidio nel palazzo, una ragazza viene trovata morta per le scale, c’è un certo Jean-Pierre che con regolarità massacra di botte la moglie che lo ama follemente) e di gelosie e di tradimenti, in un contesto a tratti surreale, con la nostra Eve-Marie che risulta essere il trait-d’union di una serie stravagante di personaggi (tutti immigrati dalle varie parti dell’Africa) che si ritrova in una sorta di ristorante clandestino, che lei gestisce nel suo appartamento.

 

Ma è anche un inno all’amore (all’amore disincantato e maturo), alla solidarietà, all’amicizia tra genti di cultura, di etnia, di civiltà diverse.

 

 

ritorna all'indice "recensioni"